+ ASCENSIONE DEL SIGNORE NOSTRO GESU’ CRISTO

Gesù asceso al Cielo rimane sempre con noi.  Non celebriamo affatto oggi un addio! Gesù porta a compimento il Mistero Glorioso della Sua Pasqua di Passione Morte e Resurrezione…e ne estende i Frutti a tutti noi. Promette lo Spirito Santo e, tramite Lui, il Suo Soffio Divino,  rimane presente “Vivo” tra i Suoi Discepoli, nella Parola annunciata e nei Sacramenti… E’ il Cammino della Chiesa, questo,  dei Testimoni del Risorto, di noi tutti…fino ai confini della Terra: “Gesù non è andato più lontano, ma nel profondo della Vita e della Storia”     
Gli Angeli “Fedeli Custodi” ci invitano a non restare a guardare “inoperosi” il Cielo, mentre Gesù ascende alla Destra del Padre ma di prepararne il ritorno glorioso ,senza alienazioni, pur  in tensione continua tra visibile ed invisibile, tra realtà presente e Città Celeste: la Meta verso la quale siamo incamminati…è Là! “Risorti con Cristo cercate le cose di Lassù”, dice l’Apostolo… Rallegriamoci di Santa Gioia “oggi” Gesù porta in Cielo le Sue Piaghe gloriose e le presenta al Padre come i Segni le “Perle”  del riscatto della Sua e nostra Umanità, le “Feritoie” della Grazia, della Vittoria sulla Morte. Nel Suo Sangue versato è il prezzo del nostro riscatto; redenti dal peccato, ci è “restituita” l’antica dignità perduta di Figli! L’Ascensione è la nostra elevazione ad una Gloria del “già e non ancora”  dataci in anticipo… Con Gesù siamo penetrati nell’Altezza del Cielo … Egli entra nella Comunione di Vita e di Potere con il Dio Vivente “nella situazione di superiorità di Dio su ogni spazialità, è andato via ma in virtù di questo Potere,  è ora sempre presente accanto a noi e per noi” , dice Papa Benedetto XVI.  E’ presente  pur essendo assente! E’ l’Amore che ci accompagna lungo ogni nostro passo. La Sua presenza non è spaziale ma Divina! “Mi è stato dato ogni potere in Cielo e in Terra” Così, Gesù Cristo pur partecipando alla Sovranità Divina,  soffre le stesse tribolazioni che soffrono le Membra doloranti della Sua Chiesa…l’unità del Corpo non è separata dal Capo, la dignità del Capo non è confusa nel Corpo…Dunque noi, Membra del Suo Corpo viviamo nella consolazione di raggiungere Cristo Capo nella Gloria. E’ la Sua Promessa la nostra Speranza. Nel Cenacolo, con Maria la Madre del Signore e gli Apostoli restiamo in fiduciosa  attesa dell’Effusione dello Spirito Santo…  Amen Alleluia!   (A cura del Gruppo Giovani AC)

GESU’ CRISTO E’ L’ALFA E L’OMEGA* E’ L’IMMAGINE PERSONIFICATA DI DIO TRA GLI UOMINI* IL SUO AVVENTO NELLA CARNE SEGNO’ L’INIZIO DELL’AVVENTO DEL REGNO DI DIO* EGLI DOVETTE PATIRE NELLA CARNE PER POTER ENTRARE NELLA SUA GLORIA* LA SUA DIMORA E LA SUA AZIONE TRA GLI UOMINI CONTINUANO NELLA CHIESA DA LUI FONDATA ANCHE DOPO LA SUA ASCENSIONE AL CIELO* E LA CHIESA DURERA’ FINO AL SUO RITORNO* ESSA DOVRA’ STARE IN AGONIA CON LUI FINO ALLA FINE DEI TEMPI* LA STORIA DELLA CHIESA E’ IL RACCONTO DI QUESTA AGONIA* LA LUCE ORA SPLENDE IN MEZZO ALLE TENEBRE MA UN GIORNO LA SUA VITTORIA SARA’ MANIFESTATA*  (Joseph Lortz)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.