Gruppo Giovani – La Tenerezza: l’amore che si fa vicino e concreto

Quante volte abbiamo pensato alla tenerezza come al contrario di forza? Quante volte abbiamo usato la parola tenerezza come sinonimo di fragilità? Spesso ci troviamo di fronte persone che storcono il naso anche solo a sentire questa parola, perché essere teneri, nell’immaginario collettivo, vuol dire essere deboli. Oggi i giovani e i giovanissimi sono stati chiamati a ridare senso alla tenerezza, a scoprirne il valore e comprendere che non c’è davvero niente di male nell’essere teneri. Anzi spesso chi sa riconoscerla e soprattutto sa farne buon uso, è anche chi nasconde una grande forza interiore. Perché chi sa essere tenero sa andare in profondità, sa scorgere la bellezza nascosta nei piccoli gesti, sa dare valore ai dettagli.

La tenerezza si fa vicinanza ogni volta che ci si sente accolti e, forte di questo senso di prossimità, ciascuno si rende capace di abbassare le barriere che innalza contro il mondo. La tenerezza è sì qualcosa che tutti possono ricevere, ma ancor di più e ciò che tutti sono chiamati a donare. Sono tanti i modi attraverso cui si può manifestare la tenerezza verso qualcuno, con gesti piccoli ma importanti, che hanno come comune fondamento l’attenzione verso l’altro.

Che cos’è la tenerezza? È l’amore che si fa vicino e concreto. È un movimento che parte dal cuore arriva agli occhi, alle orecchie, alle mani. La tenerezza è usare gli occhi per vedere l’altro, usare orecchie per sentire l’altro, per ascoltare il grido dei piccoli, dei poveri, di chi teme il futuro, ascoltare anche il grido silenzioso della nostra casa comune, della terra contaminata e malata. La tenerezza significa usare le mani e il cuore per accarezzare l’altro, per prendersi cura di lui. La tenerezza è il linguaggio dei più piccoli, di chi ha bisogno dell’altro. (Francesco, videomessaggio al Ted 2017- Technology entertainment design di Vancouver, 26 aprile 2017)

Un commento su “Gruppo Giovani – La Tenerezza: l’amore che si fa vicino e concreto”

  1. Bellissima riflessione … stimolante e di grande valore formativo.
    Oggi i giovani subiscono
    continuamente l’esempio di super persone forti ed ineluttabili,come stereotipo cui rapportarsi e chissà che qualche responsabilità in più non l’abbiamo anche noi genitori pronti a prendercela sempre con la società, reale o virtuale che sia.
    La tenerezza sia il nostro baluardo di forza e il nostro
    vaccino universale contro l’indifferenza verso il prossimo.
    Ciao ragazzi,non temete di mostrarvi teneri!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.