“CHIAMATELO”

Più che un imperativo è uno spartiacque. Questo comando di Gesù dividerà in due l’esistenza di una persona non vedente. Ci sarà un prima e un dopo nella vita di una persona a cui era negata la possibilità di riconoscere non soltanto i volti di coloro che lo circondavano ma anche il suo stesso volto.

La chiamata di Gesù gli darà la gioia di conoscere e di riconoscersi. La chiamata di Gesù lo farà abitare non più nelle tenebre ma nel chiarore di un nuovo giorno, essendo per sempre illuminato dal sole che è venuto a visitarci e a mostrarci il nostro vero volto, quello dei figli della luce. 

p. Jonathan

Un commento su ““CHIAMATELO””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.