Siamo fatti per il Bello

Scrivere sulla dimensione artistica sollecita ogni persona a scoprire l’armonia, insita nella spiritualità. La persona è attratta dalla bellezza che diviene un compito vocazionale perenne. L’estetica è attesa del futuro e memoria del passato.
Queste riflessioni sono il tentativo di ricercare nell’arte la possibilità di un Altro attraverso gli altri, della Bellezza per mezzo del bello, in compagnia di coloro che, ispirati, ora e in ogni tempo, hanno saputo creare e contemplare le meraviglie della materia, trasfigurata in variegate espressioni e forme, con un messaggio benefico universale.

Questo saggio è un approccio antropologico nuovo e impegnato sulla creatività nella sua dimensione artistica e nelle molteplici valenze sociali e storiche.

Ritengo particolarmente attuale e necessario il mio contributo, sia pur modesto, alla lettura e analisi della civiltà contemporanea, poiché l’arte ha il privilegio di sopraelevare l’uomo valorizzandone le risorse più preziose con le quali costruire e ricostruire una civiltà mondiale autentica, degna dei nostri padri e della futura umanità.

Don Salvatore Sciannamea

Leggi l’intervista a Don Salvatore cliccando sul link:

L’arte tra bellezza estetica e antropologia assiologica: Amazon.it: Sciannamea, Salvatore: Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.