Incontro Diocesano per gli Educatori ACR

Il secondo incontro formativo, aperto a tutti gli educatori del Settore ACR, si è tenuto nel pomeriggio di domenica 20 febbraio presso gli ambienti della Curia di Sant’Angelo dei Lombardi sotto la guida della responsabile diocesana Giovanna Carbone, appartenente alla nostra Parrocchia.

Dopo la preghiera iniziale, con l’ausilio di vari spunti (gioco iniziale, video riflessivo…) ci si è focalizzati sul verbo OSSERVARE, sulle capacità di ognuno di “porre lo sguardo” su se stessi e sul prossimo. Infatti, l’obiettivo della formazione vuole proprio far sviluppare una sensibilità verso i ragazzi, (più in generale verso il PROSSIMO) imparare a capire le loro necessità e difficoltà anche solo con uno sguardo, anche quando le parole non vengono dette e la mimica del volto è celata dalla mascherina anticovid.

Vangelo di Luca (lc 10, 25-37)
…disse a Gesù: “E chi è il mio prossimo?”
Gesù riprese
:  «Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. 31Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall’altra parte. 32Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. 33Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n’ebbe compassione. 34Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. 35Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all’albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno. 36Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?». 37Quegli rispose: «Chi ha avuto compassione di lui». Gesù gli disse: «Va’ e anche tu fa’ lo stesso».

Ciò è possibile solo quando ci si ferma un momento per riflettere, quando si fa un momento di autocritica partendo da sè …

…capita di “guardarci allo specchio” e di scrutarci. Cosa vediamo?

  • Quanto sono attento rispetto alla richiesta di aiuto di un mio collega/compagno?
  • Quanto sono disposto a mettere da parte per stare insieme a qualcuno che è in difficoltà?
  • Quanto tempo investo nel crescere nell’amicizia con chi mi sta intorno da sempre? e con le nuove relazioni?
  • Quanto tempo dedico all’Azione Cattolica?

[spunti di riflessione]

Grazie a queste domande, ognuno di noi ha potuto creare un metro (sullo sfondo del tema d’anno ACR “Su misura per te” sul mondo della sartoria) di giudizio sul nostro impegno nelle relazioni con il prossimo.

“Solo con uno SGUARDO il cui orizzonte sia trasformato dalla CARITA’, che lo porta a riconoscere la dignità dell’altro, i poveri sono riconosciuti e apprezzati nella loro immensa dignità, rispettati nel loro stile proprio e nella loro cultura, e veramente integrati nella società… Che triste vedere che, dietro a presunte opere altruistiche, si riduce l’altro alla passività”
Tratto dall’enciclica Fratelli Tutti. n. 187, Papa Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.